4 settembre 2014

5 settembre 1940 - Nasce l'attrice statunitense Raquel Welch



















Raquel Welch, nome d'arte di Jo Raquel Tejada (Chicago, 5 settembre 1940)

E' un'attrice statunitense.

Considerata tra le più grandi sex-symbol del cinema Hollywoodiano, la Welch negli anni è riuscita a farsi apprezzare anche come attrice in ruoli più seri, tanto da guadagnarsi diverse nomination ai Golden Globe, vincendolo nel 1975 come migliore attrice in un film commedia o musicale per il ruolo di Costanza Bonacieux in I tre moschettieri.

Nata a Chicago, nell'Illinois, da padre boliviano e madre statunitense di origine irlandese, si trasferì all'età di due anni in un sobborgo di San Diego, in California. Studiò danza e iniziò a partecipare a numerosi concorsi di bellezza. Nel 1958 sposò James Welch, dal quale divorziò dopo avere avuto due figli, una dei quali è l'attrice Tahnee Welch. Successivamente si è sposata altre tre volte.

La Welch esordisce a fianco di Elvis Presley ne Il cantante del luna park (1964), ma dopo alcune esperienze televisive (Il virginiano) entra prepotentemente nell'immaginario delle generazioni degli anni sessanta per il ruolo della prosperosa Loana in Un milione di anni fa.

Il manifesto del film, col primo piano dell'attrice in un provocante bikini in pelle, è divenuto un cult e la Welch divenne un'icona e una sex symbol. La notorietà e la bellezza dell'attrice (che col tempo diviene anche il suo limite) la portano ad affrontare la commedia Spara forte, più forte... non capisco di Eduardo De Filippo e il western, tra cui spicca, La texana e i fratelli Penitenza del 1972.

Filmografia

Madame P... e le sue ragazze (A House Is Not At Home), regia di Russell Rouse (1964)
Il cantante del luna park (Roustabout), regia di John Rich (1964)
Non disturbate (Do Not Disturb), regia di Ralph Levy (1965)
La calda notte (A Swingin' Summer), regia di Robert Sparr (1965)
Viaggio allucinante (Fantastic Voyage), regia di Richard Fleischer (1966)
Spara forte, più forte... non capisco, regia di Eduardo De Filippo (1966)
Le Fate, regia di Mauro Bolognini (1966)
Un milione di anni fa (One Million Years B.C.), regia di Don Chaffey (1966)
L'amore attraverso i secoli (Le plus vieux mètier du monde), regia di Michael Pfleghar (1967)
Fathom - Bella intrepida e spia (Fathom), regia di Leslie H. Martinson (1967)
Il mio amico il diavolo (Bedazzled), regia di Stanley Donen (1967)
Colpo grosso alla napoletana (The Biggest Bundle of Them All), regia di Ken Annakin (1968)
Bandolero!, regia di Andrew V. McLaglen (1968)
La signora nel cemento (Lady in Cement), regia di Gordon Douglas (1968)
El Verdugo (100 Rifles), regia di Tom Gries (1969)
L'implacabile omicida (Flareup), regia di James Neilson (1969)
The Magic Christian, regia di Joseph McGrath (1969)
Il caso Myra Breckinridge (Myra Breckinridge), regia di Michael Sarne (1970)
Femmina violenta (The Beloved), regia di George P. Cosmatos (1971)
La texana e i fratelli Penitenza (Hannie Caulder), regia di Burt Kennedy (1971)
... E tutto in biglietti di piccolo taglio (Fuzz), regia di Richard A. Colla (1972)
La bomba di Kansas City (Kansas City Bomber), regia di Jerrold Freedman (1972)
Barbablù (Bluebeard), regia di Edward Dmytryk e Luciano Sacripanti (1972)
Un rebus per l'assassino (The Last of Sheila), regia di Herbert Ross (1973)
I tre moschettieri (The Three Musketeers), regia di Richard Lester (1973)
Milady - I quattro moschettieri (The Four Musketeers: The Revenge of Milady), regia di Richard Lester (1974)
Party selvaggio (The Wild Party ), regia di James Ivory (1975)
Codice 3: emergenza assoluta (Mother, Jugs & Speed), regia di Peter Yates (1976)
Il principe e il povero (Crossed Swords), regia di Richard Fleischer (1977)
L'animale (L'animal), regia di Claude Zidi (1977)
Una pallottola spuntata 33⅓ - L'insulto finale (Naked Gun 33⅓: The Final Insult), regia di Peter Segal (1994)
L'inventore pazzo (Chairman of the Board), regia di Alex Zamm (1998)
Folle d'elle, regia di Jérôme Cornuau (1998)
Tortilla Soup (Tortilla Soup), regia di Maria Ripoll (2001)
La rivincita delle bionde (Legally Blonde), regia di Robert Luketic (2001)
Forget About It, regia di BJ Davis (2006)

Nessun commento:

Posta un commento