6 agosto 2010

7 agosto 1990 - Viene uccisa Simonetta Cesaroni,il delitto di via Poma


















Uccisa nel suo ufficio durante l'orario di lavoro,non ci sono testimoni,le indagini sono imperniate sugli indizi,ancora oggi dopo vent'anni non esiste un colpevole,e il mistero s'infittisce dopo il recente presunto suicidio di Vanacore,il portiere dello stabile,anche lui indagato al tempo e scagionato.
Le ultime indagini dei magistrati si concentrano sull'ex fidanzato,Raniero Busco,essendo state reperite tracce di dna sul reggiseno indossato dalla vittima.

A seguito di ricorso in Cassazione della Procura, viene fissata la prima udienza del processo di legittimità il 26 febbraio 2014, data in cui le toghe del terzo grado di giudizio hanno definitivamente assolto Busco. «Sette anni della mia vita sono stati distrutti - ha detto l'uomo al termine della lettura della sentenza - Posso capire cosa prova la famiglia, che dopo 24 anni non c'è un colpevole. Ma tutti dovrebbero comprendere anche il mio dramma. Adesso voglio essere lasciato in pace». Il delitto, dunque, resta senza colpevoli.

Nessun commento:

Posta un commento