10 marzo 2012

11 marzo 2011 - Fukushima:Il devastante terremoto in Giappone
















Tra l'ottavo e il nono grado della scala Richter con epicentro nell'oceano pacifico,una scossa di tre minuti che crea un tsunami devastante,le onde travolgono la costa per fermarsi dopo 5 km al suo interno,migliaia le vittime e preoccupanti cedimenti alla centrale nucleare di Fukushima.

Il disastro di Fukushima Dai-ichi (In giapponese: 福島第一原子力発電所事故 Fukushima Dai-ichi genshiryoku hatsudensho jiko) è una serie di incidenti, incluse quattro distinte esplosioni, avvenuti presso la centrale nucleare omonima situata presso Naraha nella Prefettura di Fukushima, in Giappone, a seguito del terremoto e maremoto del Tōhoku dell'11 marzo 2011.

I gruppi elettrogeni di sicurezza alimentati da motori diesel vennero allagati perché erano posizionati ad una quota di pochi metri sul livello del mare; questo causò la mancanza di corrente elettrica ed il blocco dei principali sistemi di raffreddamento in tre reattori. I reattori erano stati fermati automaticamente al momento della scossa, ma il loro corretto spegnimento avrebbe richiesto la dissipazione del calore residuo di reazione per un periodo di vari giorni, invece non si riuscì a riprenderne il controllo e nel corso dei due giorni successivi, in momenti diversi, i noccioli di tutti e tre i reattori subirono il meltdown completo. Inizialmente classificato come grado 5, fu poi innalzato al grado 7 della Scala INES dall'11 aprile 2011,nel loro insieme gli eventi costituiscono quindi l'unico incidente nucleare la cui gravità è stata classificata dello stesso grado del Disastro di Černobyl'.

Il crollo della diga che spazza via la cittadina



L'effetto tsunami



2 commenti:

  1. I POSTERI DIRANNO COSE CATTIVE DI NOI! Saluti da Salvatore.

    RispondiElimina
  2. Anche se le alternative sulla produzione d'energia,oltre il nucleare,appaiono insufficienti.

    RispondiElimina