3 giugno 2012

4 giugno 2004 - Muore l'attore Nino Manfredi
















(Castro dei Volsci, 22 marzo 1921 – Roma, 4 giugno 2004)

Un attore, regista e sceneggiatore italiano. Con Alberto Sordi, Ugo Tognazzi, Vittorio Gassman e Marcello Mastroianni fu uno dei "mostri" della commedia all'italiana.Attore estremamente eclettico, si è cimentato in tutti i campi dell'arte recitativa: teatro, cinema, televisione, radio, doppiaggio e pubblicità. È inoltre stato regista, sceneggiatore, scrittore e cantante.

Nel settembre 2003, subito dopo la fine delle riprese, viene colto da un collasso cardiaco. Ricoverato in ospedale, non si riprenderà mai completamente, trascorrendo nove mesi in una continua alternanza di miglioramenti e peggioramenti, fino a quando viene colpito, nella sua casa romana, da un ictus al cervello. Muore a 83 anni, il 4 giugno 2004, un anno e quattro mesi dopo Alberto Sordi, ed esattamente dieci anni dopo Massimo Troisi. Viene sepolto a Roma al Cimitero del Verano.
Era sposato dal 14 luglio 1955 con l'ex indossatrice di moda Erminia Ferrari, e ha avuto da lei tre figli, la produttrice Roberta, il regista Luca e Giovanna. La quarta figlia Tonina è nata da una relazione con la giovane bulgara Svetlana Bogdanova che l'attore aveva conosciuto a Sofia durante le riprese di un film. Manfredi aveva un fratello minore, Dante, noto chirurgo oncologo.

I suoi film

Torna a Napoli, regia di Domenico Gambino (1949)
Monastero di Santa Chiara, regia di Mario Sequi (1949)
Anema e core, regia di Mario Mattòli (1951)
Ho scelto l'amore, regia di Mario Zampi (1952)
Viva il cinema!, regia di Enzo Trapani (1952)
La domenica della buona gente, regia di Anton Giulio Majano (1953)
Canzoni, canzoni, canzoni, regia di Domenico Paolella (1953)
La prigioniera della torre di fuoco, regia di Giorgio Walter Chili (1953)
Gli innamorati, regia di Mauro Bolognini (1955)
Lo scapolo, regia di Antonio Pietrangeli (1955)
Prigionieri del male, regia di Mario Costa (1955)
Tempo di villeggiatura, regia di Antonio Racioppi (1956)
Guardia, guardia scelta, brigadiere e maresciallo, regia di Mauro Bolognini (1956)
Totò, Peppino e la... malafemmina, regia di Camillo Mastrocinque (1956)
Camping, regia di Franco Zeffirelli (anche soggetto e sceneggiatura) (1957)
Susanna tutta panna, regia di Steno (1957)
Adorabili e bugiarde, regia di Nunzio Malasomma (1958)
Guardia, ladro e cameriera, regia di Steno (1958)
Caporale di giornata, regia di Carlo Ludovico Bragaglia (1958)
Carmela è una bambola, regia di Gianni Puccini (1958)
Pezzo, capopezzo e capitano, regia di Wolfgang Staudte (1958)
Il bacio del sole, regia di Siro Marcellini (1958)
I ragazzi dei Parioli, regia di Sergio Corbucci (1959)
Femmine tre volte, regia di Steno (1959)
Venezia, la luna e tu, regia di Dino Risi (1959)
L'impiegato, regia di Gianni Puccini (anche soggetto e sceneggiatura) (1960)
Audace colpo dei soliti ignoti, regia di Nanni Loy (1960)
Il carabiniere a cavallo, regia di Carlo Lizzani (1961)
Crimen, regia di Mario Camerini (1961)
Il giudizio universale, regia di Vittorio De Sica (1961)
A cavallo della tigre, regia di Luigi Comencini (1961)
Le pillole di Ercole, regia di Luciano Salce (1962)
Anni ruggenti, regia di Luigi Zampa (1962)
I cuori infranti, episodio E vissero felici..., regia di Gianni Puccini (1963)
La parmigiana, regia di Antonio Pietrangeli (1963)
L'amore difficile, episodio L'avventura di un soldato, regia di Nino Manfredi (1963)
La ballata del boia (El Verdugo), regia di Luis Garcia Berlanga (1963)
Controsesso, episodi Cocaina di domenica di Franco Rossi e Una donna d'affari di Renato Castellani (1964)
Alta infedeltà, episodio Scandaloso, regia di Franco Rossi (1964)
I motorizzati, regia di Camillo Mastrocinque (1964)
Thrilling, episodio Il vittimista, regia di Ettore Scola (1965)
Le bambole, episodio La telefonata, regia di Dino Risi (1965)
Questa volta parliamo di uomini, regia di Lina Wertmüller (1965)
Il gaucho, regia di Dino Risi (1965)
I complessi, episodio Una giornata decisiva, regia di Dino Risi (1965)
Io la conoscevo bene, regia di Antonio Pietrangeli (1965)
Made in Italy, regia di Nanni Loy (1965)
Adulterio all'italiana, regia di Pasquale Festa Campanile (1966)
Io, io, io... e gli altri, regia di Alessandro Blasetti (1966)
Operazione San Gennaro, regia di Dino Risi (1966)
Una rosa per tutti, regia di Franco Rossi (anche soggetto e sceneggiatura) (1967)
Italian Secret Service, regia di Luigi Comencini (1968)
Straziami, ma di baci saziami, regia di Dino Risi (1968)
Riusciranno i nostri eroi a ritrovare l'amico misteriosamente scomparso in Africa?, regia di Ettore Scola (1968)
Nell'anno del Signore, regia di Luigi Magni (1969)
Vedo nudo, regia di Dino Risi (1969)
Il padre di famiglia, regia di Nanni Loy (1969)
Rosolino Paternò soldato, regia di Nanni Loy (1970)
Contestazione generale, regia di Luigi Zampa (1970)
Per grazia ricevuta, regia di Nino Manfredi (1971)
La Betia ovvero in amore per ogni gaudenzia ci vuole sofferenza, regia di Gianfranco De Bosio (anche sceneggiatura) (1971)
Roma bene, regia di Carlo Lizzani (1971)
Trastevere, regia di Fausto Tozzi (1971)
Girolimoni, il mostro di Roma, regia di Damiano Damiani (1972)
Lo chiameremo Andrea, regia di Vittorio De Sica (1972)
Pane e cioccolata, regia di Franco Brusati (anche sceneggiatura) (1973)
C'eravamo tanto amati, regia di Ettore Scola (1974)
Attenti al buffone, regia di Alberto Bevilacqua (1976)
Brutti, sporchi e cattivi, regia di Ettore Scola (1976)
Signore e signori, buonanotte, regia di Luigi Comencini, Nanni Loy, Luigi Magni, Mario Monicelli ed Ettore Scola (1976)
Basta che non si sappia in giro, episodi Il superiore di Luigi Magni e L'equivoco di Luigi Comencini (1976)
Quelle strane occasioni, episodio Il cavalluccio svedese, regia di Luigi Magni (1976)
In nome del Papa Re, regia di Luigi Magni (1977)
La mazzetta, regia di Sergio Corbucci (1978)
Il giocattolo, regia di Giuliano Montaldo (anche sceneggiatura) (1979)
Cocco mio (Gros calin), regia di Jean-Pierre Rowson (1979)
Café Express, regia di Nanni Loy (1980)
Nudo di donna, regia di Nino Manfredi (1981)
Testa o croce, regia di Nanni Loy (anche sceneggiatura) (1982)
Spaghetti House, regia di Giulio Paradisi (1982)
Questo e quello, regia di Sergio Corbucci (anche soggetto e sceneggiatura) (1983)
Grandi magazzini, regia di Castellano e Pipolo (1986)
Il tenente dei carabinieri, regia di Maurizio Ponzi (1986)
Secondo Ponzio Pilato, regia di Luigi Magni (1987)
Napoli-Berlino, un taxi nella notte (Helsinki-Napoli all night long), regia di Mika Kaurismaki (1988)
I picari, regia di Mario Monicelli (1988)
In nome del popolo sovrano, regia di Luigi Magni (1990)
In viaggio con Alberto (Alberto Express), regia di Albert Joffé (1990)
Mima, regia di Philomène Esposito (1991)
L'olandese volante (De Vliegende Hollander), regia di Jos Stelling (1995)
Colpo di luna, regia di Alberto Simone (1995)
Grazie di tutto, regia di Luca Manfredi (1998)
La carbonara, regia di Luigi Magni (2000)
Una milanese a Roma, regia di Diego Febbraro (2001)
Apri gli occhi e... sogna, regia di Rosario Errico (2002)
La fine di un mistero (La luz prodigiosa), regia di Miguel Hermoso (2003)
L'apetta Giulia e la signora Vita, solo voce, regia di Paolo Modugno (2003)


Nessun commento:

Posta un commento