12 settembre 2013

13 settembre 1944 - Nasce l'attrice britannica Jacqueline Bisset



















Winnifred Jacqueline Fraser Bisset (Weybridge, 13 settembre 1944)

E' un'attrice britannica, meglio nota come Jacqueline Bisset.

Nasce in Inghilterra da padre scozzese e madre inglese. Non si è mai sposata e non ha figli. A tutt'oggi è un'icona di stile e di erotismo. È la madrina di Angelina Jolie.

Interpreta una piccola parte in Cul-de-sac, film del 1967 di Roman Polanski. Nello stesso anno affianca David Niven e Orson Welles in 007-Casino Royale e nel 1968 è la protagonista femminile di Bullitt con Steve McQueen.
La consacrazione a diva arriva nel 1973 quando François Truffaut chiama la Bisset (che parla perfettamente il francese) a interpretare Effetto notte, il film nel film. Nel 1974 fa parte del cast del famosissimo Assassinio sull'Orient Express dove recita, tra gli altri, con Lauren Bacall e Ingrid Bergman.
In Italia, partecipa nel 1975 alla riduzione cinematografica de La donna della domenica, romanzo di Carlo Fruttero e Franco Lucentini per la regia di Luigi Comencini, recitando al fianco di Marcello Mastroianni e Jean-Louis Trintignant.
Negli anni successivi interpreta Candidato all'obitorio nel 1975, con Charles Bronson, e Sotto il vulcano con Albert Finney per la regia di John Huston nel 1983.
Tra la fine degli anni ottanta e l'inizio degli anni novanta il suo nome torna d'attualità per la partecipazione a film come Scene di lotta di classe a Beverly Hills e Orchidea selvaggia, con Mickey Rourke e Carrè Otis.
Più recentemente ha recitato una parte in una scena tagliata di Mr. & Mrs. Smith ed è stata guest-star nelle fortunate serie TV Ally McBeal e Nip/Tuck (IV stagione), dove interpreta l'ambigua e perfida James.

Le sue interpretazioni

Non tutti ce l'hanno... (The Knack ...and How to Get It), regia di Richard Lester (1965)
Cul de sac (Cul-de-sac), regia di Roman Polanski (1966)
Arrivederci, Baby! (Drop Dead Darling), regia di Ken Hughes (1966)
Intrigo a Cape Town (The Cape Town Affair), regia di Robert D. Webb (1967)
James Bond 007 - Casino Royale (Casino Royale), regia di Val Guest e Ken Hughes (1967)
Due per la strada (Two for the Road), regia di Stanley Donen (1967)
Inchiesta pericolosa (The Detective), regia di Gordon Douglas (1968)
L'onda lunga (The Sweet Ride), regia di Harvey Hart (1968)
Bullitt, regia di Peter Yates (1968)
The First Time, regia di James Neilson (1968)
La ragazza inglese (L'échelle blanche), regia di Robert Freeman (1969)
Airport, regia di George Seaton (1970)
La cavalletta (The Grasshopper), regia di Jerry Paris (1970)
La macchia della morte (The Mephisto Waltz), regia di Paul Wendkos (1971)
Jackie, la ragazza del Greenwich Village (Believe in Me), regia di Stuart Hagmann (1971)
Sensi proibiti (Secrets), regia di Philip Saville (1971)
Stand Up and Be Counted, regia di Jackie Cooper (1972)
L'uomo dai sette capestri (The Life and Times of Judge Roy Bean), regia di John Huston (1972)
Il ladro che venne a pranzo (The Thief Who Came to Dinner), regia di Bud Yorkin (1973)
Effetto notte (La nuit américaine), regia di François Truffaut (1973)
Come si distrugge la reputazione del più grande agente segreto del mondo (Le magnifique), regia di Philippe De Broca (1973)
Assassinio sull'Orient-Express (Murder on the Orient Express), regia di Sidney Lumet (1974)
Delitto in silenzio (The Spiral Staircase), regia di Peter Collinson (1975)
Assassinio sul ponte (Der Richter und sein Henker), regia di Maximilian Schell (1975)
La donna della domenica, regia di Luigi Comencini (1976)
Candidato all'obitorio (St. Ives), regia di J. Lee Thompson (1976)
Abissi (The Deep), regia di Peter Yates (1977)
Il magnate greco (The Greek Tycoon), regia di J. Lee Thompson (1978)
Qualcuno sta uccidendo i più grandi cuochi d'Europa (Who Is Killing the Great Chefs of Europe?), regia di Ted Kotcheff (1978)
Amo non amo, regia di Armenia Balducci (1979)
Ormai non c'è più scampo (When Time Ran Out...), regia di James Goldstone (1980)
Inchon, regia di Terence Young (1981)
Ricche e famose (Rich and Famous), regia di George Cukor (1981)
Class, regia di Lewis John Carlino (1983)
Sotto il vulcano (Under the Volcano), regia di John Huston (1984)
Proibito Forbidden, regia di Anthony Page (1984)
Alta stagione (High Season), regia di Claire Peploe (1987)
La casa di giada (La maison de jade), regia di Nadine Trintignant (1988)
Scene di lotta di classe a Beverly Hills (Scenes from the Class Struggle in Beverly Hills), regia di Paul Bartel (1989)
Orchidea selvaggia (Wild Orchid), regia di Zalman King (1989)
Mamma, mi compri un papà? (The Maid), regia di Ian Toynton (1991)
Rossini! Rossini!, regia di Mario Monicelli (1991)
Hoffman's honger (Hoffman's honger), regia di Leon de Winter (1993)
Est & Ouest: Les paradis perdus (Est & Ouest: Les paradis perdus) (1993)
Les marmottes, regia di Élie Chouraqui (1993)
Il buio nella mente (La cérémonie), regia di Claude Chabrol (1995)
Padrona del suo destino (Dangerous Beauty), regia di Marshall Herskovitz (1998)
Let the Devil Wear Black, regia di Stacy Title (1999)
Les gens qui s'aiment, regia di Jean-Charles Tacchella (2000)
The Sleepy Time Gal, regia di Christopher Munch (2001)
New Year's Day (New Year's Day), regia di Suri Krishnamma (2001)
Latter Days - Inguaribili romantici (Latter Days), regia di C. Jay Cox (2003)
Swing, regia di Martin Guigui (2003)
Fascination, regia di Klaus Menzel (2004)
Mr. & Mrs. Smith (Mr. & Mrs. Smith), regia di Doug Liman (2005) - scene eliminate
L'educazione fisica delle fanciulle (The Fine Art of Love: Mine Ha-Ha), regia di John Irvin (2005)
Domino, regia di Tony Scott (2005)
Save the Last Dance 2 (Save the Last Dance 2), regia di David Petrarca (2006)
Death in Love, regia di Boaz Yakin (2008)
Welcome to New York, regia di Abel Ferrara (2014)
Miss You Already, regia di Catherine Hardwicke (2015)
L'amant double, regia di François Ozon (2017)
9/11, regia di Martin Guigui (2017)

Nessun commento:

Posta un commento