30 giugno 2014

1 luglio 1992 - Muore il produttore cinematografico Franco Cristaldi



Franco Cristaldi (Torino, 3 ottobre 1924 – Monte Carlo, 1º luglio 1992) è stato uno sceneggiatore e produttore cinematografico italiano.

È stato forse l'unico produttore italiano a dare un fondamento ideologico coerente e consapevole alla sua politica di produzione d'autore,uno dei primi a capire che il film di qualità è un investimento a lunga scadenza e acquista valore con gli anni.

Contro la logica industriale che spinge verso il prodotto meno rischioso, già collaudato, Cristaldi non ha inseguito il facile successo, ma ricercato, sperimentato, inventato insieme ai suoi autori.

Ex studente di medicina, ex partigiano, Cristaldi entra nel campo della produzione cinematografica molto giovane, colpito dalla passione per il cinema dopo una casuale frequentazione con Roberto Rossellini a Roma. Tornato nella città natale, Torino, nel 1946 fonda la Vides Cinematografica, che all'inizio limita le proprie produzioni all'ambito del documentario e del cortometraggio.

Acquisita una sufficiente esperienza e circondatosi di fidati collaboratori, nel 1954 esordisce nel lungometraggio, con La pattuglia sperduta, diretto da Piero Nelli, film d'ambientazione risorgimentale girato come un film neorealista (pochi mezzi e attori non professionisti). Il film non è un successo commerciale, ma vale alla Vides l'attenzione della Lux Film, con cui si instaura una fortunata collaborazione produttiva.

Le sue produzioni cinematografiche

La pattuglia sperduta, regia di Piero Nelli (1954)
Il seduttore, regia di Franco Rossi (1954)
Un eroe dei nostri tempi, regia di Mario Monicelli (1955)
Kean - Genio e sregolatezza, regia di Vittorio Gassman e Francesco Rosi (1956)
Mio figlio Nerone, regia di Steno (1956)
Le notti bianche, regia di Luchino Visconti (1957)
Rascel-Fifì, regia di Guido Leoni (1957)
La sfida, regia di Francesco Rosi (1957)
L'uomo di paglia, regia di Pietro Germi (1958)
I soliti ignoti, regia di Mario Monicelli (1958)
La legge è legge, regia di Christian Jaque (1958)
Kapò, regia di Gillo Pontecorvo (1959)
Un ettaro di cielo, regia di Aglauco Casadio (1959)
I magliari, regia di Francesco Rosi (1959)
Audace colpo dei soliti ignoti, regia di Nanni Loy (1960)
Giorno per giorno disperatamente, regia di Alfredo Giannetti (1961)
Fantasmi a Roma, regia di Antonio Pietrangeli (1961)
L'assassino, regia di Elio Petri (1961)
Un giorno da leoni, regia di Nanni Loy (1961)
Divorzio all'italiana, regia di Pietro Germi (1961)
Salvatore Giuliano, regia di Francesco Rosi (1962)
La ragazza di Bube, regia di Luigi Comencini (1963)
Omicron, regia di Ugo Gregoretti (1963)
Mare matto, regia di Renato Castellani (1963)
I compagni, regia di Mario Monicelli (1963)
Gli indifferenti, regia di Francesco Maselli (1964)
Sedotta e abbandonata, regia di Pietro Germi (1964)
L'antimiracolo, regia di Elio Piccon (1965)
Vaghe stelle dell'Orsa, regia di Luchino Visconti (1965)
Per amore... per magia..., regia di Duccio Tessari (1967)
Una Rosa per tutti, regia di Franco Rossi (1967)
Fai in fretta ad uccidermi... ho freddo!, regia di Francesco Maselli (1967)
La Cina è vicina, regia di Marco Bellocchio (1967)
L'alibi, regia di Adolfo Celi e Vittorio Gassman (1969)
Colpo di stato, regia di Luciano Salce (1969)
Ruba al prossimo tuo, regia di Francesco Maselli (1969)
Toh, è morta la nonna! , regia di Mario Monicelli (1969)
Il giovane normale, regia di Dino Risi (1969)
La tenda rossa, regia di Mikheil Kalatozishvili (1969)
L'udienza, regia di Marco Ferreri (1971)
Nel nome del padre, regia di Marco Bellocchio (1972)
Il caso Mattei, regia di Francesco Rosi (1972)
Amarcord, regia di Federico Fellini (1973)
Lucky Luciano, regia di Francesco Rosi (1973)
Ratataplan, regia di Maurizio Nichetti (1979)
Cristo si è fermato a Eboli, regia di Francesco Rosi (1979)
Ho fatto splash, regia di Maurizio Nichetti (1980)
Cafè Express, regia di Nanni Loy (1980)
Il cappotto di Astrakan, regia di Marco Vicario (1980)
Domani si balla!, regia di Maurizio Nichetti (1982)
Marco Polo, regia di (Giuliano Montaldo) sceneggiato TV (1982)
E la nave va, regia di Federico Fellini (1983)
I paladini - Storia d'armi e d'amori, regia di Giacomo Battiato (1983)
Il Nome della Rosa di Jean-Jacques Annaud (1986)
Nuovo cinema Paradiso, regia di Giuseppe Tornatore (1988)
C'era un castello con 40 cani, regia di Duccio Tessari (1990)
La corsa dell'innocente, regia di Carlo Carlei (1993)

Nessun commento:

Posta un commento