13 luglio 2015

14 luglio 1993 - Muore il cantautore monegasco Leo Ferrè













Léo Ferré, nome completo Léo Albert Charles Antoine Ferré (Principato di Monaco, 24 agosto 1916 – Castellina in Chianti, 14 luglio 1993), è stato un cantautore, poeta, scrittore e anarchico monegasco.

Figlio di Joseph Ferré, direttore del personale del Casinó di Monte Carlo, e di Marie Scotto, sarta di origine italiana. Insieme a loro e la sorella Lucienne, di due anni maggiore di lui, vive a Monaco fino agli 8 anni. Leo Ferrè scopre l'arte del canto già all'età di 7 anni, nel 1925 infatti viene inserito nel coro della cattedrale di Monaco come soprano, impara il solfeggio e scopre la polifonia al contatto delle opere di Palestrina e di Tomás Luis de Victoria. All'età di nove anni viene mandato nel collegio cattolico San Carlo a Bordighera, in cui rimane fino all'adolescenza. Nel 1930 Léo Ferré ha 14 anni e compone "Kyrie" per una messa a tre voci. Nel 1935 va a Parigi per studiare Diritto e nel 1939 prende il diploma di scienze politiche. Durante questi anni perfeziona i suoi apprendimenti da autodidatta con il pianoforte, e mette in musica un secondo poema di Paul Verlaine "Le piano que baise une main frêle" (Il piano che bacia una mano fragile). Tra il '39 e il '40 inizia la mobilitazione per la guerra e ritorna a Monaco.

Nel 1941, per la prima volta, si esibisce in pubblico, nell'Accademia di Belle Arti di Monte Carlo. Nel 1943 si sposa con Odette Schunk, la sua carriera di cantante cresce e nel 1946 si trasferisce a Parigi dove incomincia a frequentare i cabaret di Saint-Germain come cantante.




Nessun commento:

Posta un commento