13 agosto 2015

14 agosto 1956 - Muore il drammaturgo tedesco Bertolt Brecht



















Bertolt Brecht, nato Eugen Berthold Friedrich Brecht (Augusta, 10 febbraio 1898 – Berlino Est, 14 agosto 1956), è stato un drammaturgo, poeta e regista teatrale tedesco, tra i più grandi ed influenti del Novecento.

Bertolt Brecht nacque al numero 8 del vicoletto Auf dem Rain, ad Augusta, il 10 febbraio 1898, da Berthold Friedrich Brecht e Sophie Brezing, in una famiglia recentemente approdata alla borghesia; i nonni paterni erano originari del Baden, mentre quelli materni provenivano da Bad Waldsee, nell'Alta Svevia. Il padre era cattolico, sua madre protestante e il giovane Brecht fu educato nella fede di quest'ultima.

Il 20 marzo Bertolt venne battezzato nella chiesa evangelica Barfüßerkirche e il 18 settembre la famiglia traslocò nella nuova abitazione nella città bassa vicino a Perlachberg, quartiere di artigiani e artisti. La fede protestante della madre segnò l'educazione culturale e linguistica del figlio, nella quale la lirica religiosa evangelica e il tedesco di Lutero lasciarono un'impronta decisiva. Il 29 giugno 1900 nacque il fratello Walter, che più tardi diventerà professore di tecnologia cartaria al Politecnico di Darmstadt e il 12 settembre dello stesso anno la famiglia si trasferì in un appartamento più grande nella Bleichstraße 2, in una delle case della Fondazione Haindl, costruite qualche anno prima per i dipendenti nel sobborgo di Klancke.

Come città industriale e commerciale, Augusta si distingueva, oltre che per le sue imprese bancarie, per i tessili, per l'industria dei coloranti e per le cartiere. Il padre era emigrato da Achern, nella Foresta Nera, già nel 1893, e trovò impiego proprio nella cartiera Haindl, di cui, nel 1914, diventò il direttore.Bertolt ebbe un'infanzia poco felice a causa del carattere schivo e di frequenti problemi di salute. Dopo quattro anni di scuola elementare frequentò il Realgymnasium di Augusta, che andò distrutto durante la Seconda Guerra Mondiale.Come compagni di classe ebbe tra gli altri Caspar Neher e Rudolf Prestel.

Le sue opere

Baal (1919) - Scritto nel 1919 ma rappresentato per la prima volta a Lipsia nel 1923.
Nella giungla delle città (Im Dickicht der Städte) (1921) - La prima stesura fu del 1921 ma la prima rappresentazione ebbe luogo nel 1923 a Monaco di Baviera.
Tamburi nella notte (Trommeln in der Nacht) (1922) - Viene rappresentato per la prima volta il 29 settembre 1922 a Monaco. La prima versione del pezzo si chiamava "Spartakus" in quanto ispirata dalla rivolta spartachista di Berlino (5-12 gennaio 1919).
Libro di devozioni domestiche (1927).
L'opera da tre soldi (Die Dreigroschenoper) (1928) - La versione cinematografica seguirà nel 1931.
Il volo oceanico - Radiodramma didattico per ragazzi e ragazze (Der Ozeanflug) (1928-29). Collaboratori E. Hauptmann, Kurt Weill.
Ascesa e caduta della città di Mahagonny (Aufstieg und Fall der Stadt Mahagonny) (1929) - Nel 1930 a Lipsia la prima di quest'opera crea uno scandalo teatrale.
Il consenziente e il dissenziente ( Der Jasager e Der Neinsager) (1929-30)
Santa Giovanna dei Macelli (Die heilige Johanna der Schlachthöfe) (1930)
La linea di condotta (Die Massnahme) (1930).
L'eccezione e la regola (Die Ausnahme und die Regel) (1930)
Terrore e miseria del Terzo Reich (Furcht und Elend des Dritten Reiches) (1935-38).
Madre Coraggio e i suoi figli (Mutter Courage und ihre Kinder) (1939) - La prima viene rappresentata a Zurigo nel 1941.
L'anima buona di Sezuan (Der gute Mensch von Sezuan) 1938-40.
Poesie 1938 - 1941 (1938 - 1941).
Raccolta Steffin (1938 - 1941).
Il signor Puntila e il suo servo Matti (Herr Puntila und sein Knecht Matti) (1941) - La prima viene rappresentata a Zurigo nel 1948.
Vita di Galileo (Leben des Galilei) (1938-56) - Esistono tre versioni differenti di quest'opera. La prima è quella danese, poi vi è quella americana (1945) infine quella berlinese (1956).
La resistibile ascesa di Arturo Ui (Der aufhaltsame Aufstieg des Arturo Ui) (1941).
Il cerchio di gesso del Caucaso (Der kaukasische Kreidekreis) (1944-45).
Antigone (1948) Riduzione e adattamento dell'Antigone di Sofocle basata sulla traduzione che Friedrich Hölderlin aveva realizzato nel 1804.
Storie da calendario (Kalendergeschichten) (1949).
Gli affari del signor Giulio Cesare (Die Geschäfte des Herrn Julius Cäsar) (1937-1939; pubblicato postumo).
Scritti sulla letteratura e sull'arte (raccolta di saggi postumi).
Scritti teatrali - Torino, G.Einaudi, 2001 (Trad. di E.Castellani, R.Fertonani, R.Mertens).
Diario di lavoro, a cura di W.Hecht (traduzione di B. Zagari) Torino, Einaudi, 1976 (Diario di lavoro 1: 1938-1942 e Diario di lavoro 2: 1942-1955).
I capolavori, a cura di Hellmut Riediger, traduzione di Emilio Castellani, Ruth Leiser, Franco Fortini, Laura Pandolfi, Ginetta Pignolo e Nello Sàito, 3ª edizione, Torino, Giulio Einaudi Editore, 2007, ISBN 978-88-06-17427-9.

Nessun commento:

Posta un commento