21 giugno 2014

22 giugno 1949 - Nasce l'attrice statunitense Meryl Streep


























Mary Louise Streep, nota come Meryl Streep (Summit, 22 giugno 1949)

E' un'attrice, doppiatrice e produttrice cinematografica statunitense.

Annoverata tra le migliori attrici viventi, detiene il record di candidature al Premio Oscar, 18, e 3 vinti: uno come attrice non protagonista per Kramer contro Kramer e due come attrice protagonista per La scelta di Sophie e The Iron Lady. Con 28 nomination e 8 vittorie, è l'attrice che detiene anche il record sia di candidature che di vittorie ai Golden Globe.

Tra i suoi film più famosi ci sono anche La mia Africa, Il diavolo veste Prada, La morte ti fa bella, La casa degli spiriti, Mamma Mia!, I ponti di Madison County, The Hours, Il cacciatore e Manhattan.

Nel 2004 le è stato assegnato un Life Achievement Award dall'American Film Institute per il proprio contributo nella storia del cinema.

Nata a Summit e cresciuta a Bernardsville (New Jersey), a 12 anni prende lezioni di canto, con l'intenzione di diventare soprano. Durante gli anni di studio al Vassar College studia recitazione, e poco tempo dopo riceve il Bachelor of Arts in dramma. Nel 1971 si iscrive alla Yale Drama School laureandosi in arte drammatica e debuttando come attrice teatrale.

Nel 1975 viene rifiutata da Dino De Laurentis per il film King Kong. Il debutto cinematografico avviene nel 1977 con Giulia (Julia) di Fred Zinnemann, dove interpreta un personaggio minore sebbene significativo per la trama. Ma è l'anno successivo che si impone all'attenzione generale, recitando per la prima volta accanto a Robert De Niro ne Il cacciatore (The Deer Hunter) di Michael Cimino: al secondo film ottiene infatti la prima nomination all'Oscar come migliore attrice non protagonista. Non vince la statuetta ma, sempre nel 1978, ottiene un Emmy per la miniserie televisiva Olocausto. In quegli stessi anni, un'altra grande attrice ormai affermata, Katharine Hepburn, sostenne che la Streep non era "nulla di speciale". Viene colpita duramente nella vita privata per la morte del fidanzato, l'attore John Cazale. Vince l'Oscar l'anno dopo come attrice non protagonista grazie alla performance nei panni di Joanna, moglie di Ted (Dustin Hoffman), in Kramer contro Kramer, storia di una crisi coniugale che sfocia in una pesante battaglia giudiziaria per l'affidamento del figlio Bill. Sempre nel 1979 lavora con Alan Alda in La seduzione del potere e compare in un ruolo secondario in Manhattan di Woody Allen, nel ruolo di Jill.

Le sue interpretazioni

Giulia (Julia), regia di Fred Zinnemann (1977)
Il cacciatore (The Deer Hunter), regia di Michael Cimino (1978)
Manhattan, regia di Woody Allen (1979)
La seduzione del potere (The seduction of Joe Tynan), regia di Jerry Schatzberg (1979)
Kramer contro Kramer (Kramer vs. Kramer), regia di Robert Benton (1979)
La donna del tenente francese (The French Lieutenant's Woman), regia di Karel Reisz (1981)
Una lama nel buio (Still of the Night), regia di Robert Benton (1982)
La scelta di Sophie (Sophie's Choice), regia di Alan J. Pakula (1982)
Silkwood, regia di Mike Nichols (1983)
Innamorarsi (Falling in Love), regia di Ulu Grosbard (1984)
Plenty, regia di Fred Schepisi (1985)
La mia Africa (Out of Africa), regia di Sydney Pollack (1985)
Heartburn - Affari di cuore (Heartburn), regia di Mike Nichols (1986)


Le impronte di Meryl Streep, datate 1994
Ironweed, regia di Hector Babenco (1987)
Un grido nella notte (A Cry in the Dark), regia di Fred Schepisi (1988)
She-Devil - Lei, il diavolo (She-Devil), regia di Susan Seidelman (1989)
Cartoline dall'inferno (Postcards from the Edge), regia di Mike Nichols (1990)
Prossima fermata: paradiso (Defending Your Life), regia di Albert Brooks (1991)
La morte ti fa bella (Death Becomes Her), regia di Robert Zemeckis (1992)
La casa degli spiriti (The House of the Spirits), regia di Bille August (1993)
The River Wild - Il fiume della paura (The River Wild), regia di Curtis Hanson (1994)
I ponti di Madison County (The Bridges of Madison County), regia di Clint Eastwood (1995)
Prima e dopo (Before and After), regia di Barbet Schroeder (1996)
La stanza di Marvin (Marvin's Room), regia di Jerry Zaks (1996)
Ballando a Lughnasa (Dancing at Lughnasa), regia di Pat O'Connor (1998)
La voce dell'amore (One True Thing), regia di Carl Franklin (1998)
La musica del cuore (Music of the Heart), regia di Wes Craven (1999)
Il ladro di orchidee (Adaptation.), regia di Spike Jonze (2002)
The Hours, regia di Stephen Daldry (2002)
Fratelli per la pelle (Stuck on You), regia di Peter e Bobby Farrelly (2003)
The Manchurian Candidate (The Manchurian Candidate), regia di Jonathan Demme (2004)
Lemony Snicket - Una serie di sfortunati eventi (Lemony Snicket's a Series of Unfortunate Events), regia di Brad Silberling (2004)
La stella di Meryl Streep sulla Hollywood Walk of Fame a Los Angeles, aggiunta nel 1998
Prime, regia di Ben Younger (2005)
Radio America (A Prairie Home Companion), regia di Robert Altman (2006)
Il diavolo veste Prada (The Devil Wears Prada), regia di David Frankel (2006)
Dark Matter, regia di Shi-Zheng Chen (2007)
Un amore senza tempo (Evening), regia di Lajos Koltai (2007)
Rendition - Detenzione illegale (Rendition), regia di Gavin Hood (2007)
Leoni per agnelli (Lions for Lambs), regia di Robert Redford (2007)
Mamma Mia!, regia di Phyllida Lloyd (2008)
Il dubbio (Doubt), regia di John Patrick Shanley (2008)
Julie & Julia, regia di Nora Ephron (2009)
È complicato (It's Complicated), regia di Nancy Meyers (2009)
The Iron Lady, regia di Phyllida Lloyd (2011)
Il matrimonio che vorrei (Hope Springs), regia di David Frankel (2012)
I segreti di Osage County (August: Osage County), regia di John Wells (2013)
The Giver - Il mondo di Jonas (The Giver), regia di Phillip Noyce (2014)
The Homesman, regia di Tommy Lee Jones (2014)
Dove eravamo rimasti (Ricki and the Flash), regia di Jonathan Demme (2015)
Suffragette, regia di Sarah Gavron (2015)
Florence (Florence Foster Jenkins), regia di Stephen Frears (2016)

Nessun commento:

Posta un commento