28 giugno 2014

29 giugno 2003 - Muore l'attrice americana Katharine Hepburn





Katharine Hepburn, nata Katharine Houghton Hepburn (Hartford, 12 maggio 1907 – Old Saybrook, 29 giugno 2003)

E' stata un'attrice teatrale e attrice cinematografica statunitense.

Nella sua carriera, durata più di settant'anni, ricevette dodici nomination al Premio Oscar come miglior attrice protagonista vincendone quattro, primato tuttora ineguagliato. Nel 1976 la Hepburn vinse anche un Premio Emmy, sempre come miglior attrice protagonista. Secondo la AFI's 100 Years... 100 Stars, è ritenuta la più grande attrice statunitense di tutti i tempi.

Katharine Hepburn nacque a Hartford, capitale del Connecticut, il 12 maggio 1907, seconda di sei fratelli. I suoi genitori furono Katherine Martha Houghton (1878-1951), una femminista a capo dell'associazione statale delle suffragette, con la quale partecipò, da bambina, a numerose manifestazioni femministe, e Thomas, urologo, nato in Virginia e discendente di una famiglia inglese[2], strenuo assertore della profilassi pubblica e della necessità di informare la gente sui rischi delle malattie veneree, argomento del quale all'epoca nessuno parlava. La madre, Katharine Martha Houghton, nativa di Corning (New York), suffragetta e sostenitrice della contraccezione, fu la fondatrice, con Margaret Sanger, di Planned Parenthood, associazione per la promozione dell'aborto e della maternità responsabile e pianificata. La stessa Katharine raccontava, nella sua autobiografia, di aver più volte, da bambina, aiutato la madre nella sua causa, distribuendo in giro palloncini con lo slogan "Il voto alle donne".

Le sue interpretazioni

Febbre di vivere (A Bill of Divorcement), regia di George Cukor (1932)
La falena d'argento (Christopher Strong), regia di Dorothy Arzner (1933)
La gloria del mattino (Morning Glory), regia di Lowell Sherman (1933)
Piccole donne (Little Women), regia di George Cukor (1933)
Argento vivo (Spitfire), regia di John Cromwell (1934)
Amore tzigano (The Little Minister), regia di Richard Wallace (1934)
Quando si ama (Break of Hearts), regia di Philip Moeller (1935)
Primo amore (Alice Adams), regia di George Stevens (1935)
Il diavolo è femmina (Sylvia Scarlett), regia di George Cukor (1935)
Maria di Scozia (Mary of Scotland), regia di John Ford (1936)
Una donna si ribella (A Woman Rebels), regia di Mark Sandrich (1936)
Dolce inganno (Quality Street), regia di George Stevens (1937)
Palcoscenico (Stage Door), regia di Gregory La Cava (1937)
Susanna (Bringing Up Baby), regia di Howard Hawks (1938)
Incantesimo (Holiday), regia di George Cukor (1938)
Scandalo a Filadelfia (The Philadelphia Story), regia di George Cukor (1940)
La donna del giorno (Woman of the Year) regia di George Stevens (1942)
Prigioniera di un segreto (Keeper of the Flame), regia di George Cukor (1942)
La taverna delle stelle (Stage Door Canteen), regia di Frank Borzage (1943)
La stirpe del drago (Dragon Seed), regia di Harold S. Bucquet e Jack Conway (1944)
Senza amore (Without Love), regia di Harold S. Bucquet (1945)
Tragico segreto (Undercurrent), regia di Vincente Minnelli (1946)
Il mare d'erba (The Sea of Grass), regia di Elia Kazan (1947)
Canto d'amore (Song of Love), regia di Clarence Brown (1947)
Lo stato dell'Unione (State of the Union), regia di Frank Capra (1948)
La costola di Adamo (The Adam's Rib), regia di George Cukor (1949)
La Regina d'Africa (The African Queen), regia di John Huston (1951)
Lui e lei (Pat and Mike), regia di George Cukor (1952)
Tempo d'estate (Summertime), regia di David Lean (1955)
Il mago della pioggia (The Rainmaker), regia di Anthony Mann (1956)
La sottana di ferro (The Iron Petticoat), regia di Ralph Thomas (1956)
La segretaria quasi privata (Desk Set), regia di Walter Lang (1957)
Improvvisamente l'estate scorsa (Suddenly Last Summer), regia di Joseph L. Mankiewicz (1959))
Il lungo viaggio verso la notte (A Long Day's Journey into Night), regia di Sidney Lumet (1962)
Indovina chi viene a cena? (Guess Who's Coming to Dinner), regia di Stanley Kramer (1967)
Il leone d'inverno (The Lion in Winter), regia di Anthony Harvey (1968)
La pazza di Chaillot (The Madwoman of Chaillot), regia di Bryan Forbes e John Huston (1969)
Le troiane (The Trojan Women), regia di Michael Cacoyannis (1971)
Un equilibrio delicato (A Delicate Balance), regia di Tony Richardson (1973)
Torna "El Grinta" (Rooster Cogburn), regia di Stuart Millar (1975)
Amore tra le rovine (Love Among Ruins), regia di George Cukor (1975) - film TV
Olly, Olly, Oxen Free, regia di Richard A. Colla (1978)
Il grano è verde (The Corn Is Green), regia di George Cukor (1979)
Sul lago dorato (On Golden Pond), regia di Mark Rydell (1981)
Agenzia omicidi (The Ultimate Solution of Grace Quigley), regia di Anthony Harvey 1984)
Love Affair - Un grande amore (Love Affair), regia di Glenn Gordon Caron (1994)

Nessun commento:

Posta un commento