26 giugno 2014

27 giugno 1955 - Nasce l'attrice francese Isabelle Adjani





Isabelle Yasmina Adjani (Parigi, 27 giugno 1955) è un'attrice teatrale, attrice cinematografica e cantante francese.

Con 5 Premi César su 8 nomination, è l'attrice che ne ha vinti di più. In carriera ha vinto due David di Donatello, un Orso d'argento per la migliore attrice, un Prix d'interprétation féminine e un premio come "Miglior attrice protagonista" ricevuto dal New York Film Critics Circle Awards. È stata candidata due volte ai Premi Oscar, in entrambi i casi nella categoria riservata alla migliore attrice. Ha frequentemente interpretato personaggi difficili, nevrotici, fragili, misteriosi, perturbati, dementi o psicologicamente instabili.

Nasce a Parigi il 27 giugno del 1955, figlia di Mohammed Chérif Adjani, un immigrato cabilo originario di Iferhounène (in Algeria), soldato dell'esercito francese durante la Seconda guerra mondiale, e di Emma-Augusta Schweinberger, immigrata tedesca originaria della Baviera (morta nel 2007). Isabelle cresce col fratello minore Eric Hakim nella periferia nord della città, imparando a parlare fluentemente sia il francese sia il tedesco. A quattordici anni ottiene il suo primo ruolo in un film per bambini, Le petit bougnat. Tre anni dopo, nel 1972, si fa notare nella commedia I primi turbamenti.

Nel 1973 entra alla Comédie-Française, dove si fa notare nella sua interpretazione di Agnès in L'École des Femmes di Molière. Al cinema, si rivela al grande pubblico con Lo schiaffo di Claude Pinoteau, il cui successo la catapulterà nella cerchia delle attrici francesi più popolari e le farà vincere, appena ventenne, un David di Donatello come miglior attrice esordiente straniera. Lavorerà quindi con alcuni dei registi più prestigiosi: François Truffaut (Adèle H., una storia d'amore), André Téchiné (Barocco), Werner Herzog (Nosferatu, il principe della notte), Roman Polanski (L'inquilino del terzo piano), Walter Hill (Driver l'imprendibile) e altri.

Le sue interpretazioni

Le petit bougnat, regia di Bernard Toublanc-Michel (1969)
I primi turbamenti (Faustine et le bel été), regia di Nina Companez (1972)
Lo schiaffo (La gifle), regia di Claude Pinoteau (1974)
Ariane (Ariane), regia di Jean-Pierre de San Bartolomé (1974)
Adèle H., una storia d'amore (L'Histoire d'Adèle H.), regia di François Truffaut (1975)
L'inquilino del terzo piano (Le locataire), regia di Roman Polanski (1976)
Barocco, regia di André Téchiné (1976)
Vivere giovane (Violette et François), regia di Jacques Rouffio (1977)
Driver l'imprendibile (The Driver), regia di Walter Hill (1978)
Nosferatu, il principe della notte (Nosferatu: Phantom der Nacht), regia di Werner Herzog (1979)
Les Sœurs Brontë, regia di André Téchiné (1979)
Clara et les chics types, regia di Jacques Monnet (1981)
Possession, regia di Andrzej Żuławski (1981)
Quartet, regia di James Ivory (1981)
L'année prochaine... si tout va bien, regia di Jean-Loup Hubert (1981)
Che cavolo mi combini papà?!! (Tout feu, tout flamme), regia di Jean-Paul Rappeneau (1982)
Antonieta, regia di Carlos Saura (1982)
Mia dolce assassina (Mortelle randonnée), regia di Claude Miller (1983)
L'estate assassina (L'été meurtrier), regia di Jean Becker (1983)
Subway, regia di Luc Besson (1985)
T'as de beaux escaliers tu sais, regia di Agnès Varda (1986)
Ishtar (Ishtar), regia di Elaine May (1987)
Camille Claudel, regia di Bruno Nuytten (+ produttrice) (1988)
Toxic Affair, regia di Philomène Esposito (1993)
La Regina Margot (La Reine Margot), regia di Patrice Chéreau (1994)
Les cent et une nuits de Simon Cinéma, regia di Agnès Varda (1995)
Diabolique, regia di Jeremiah S. Chechik (1996)
Paparazzi, regia di Alain Berbérian (1998)
La repentie, regia di Laetitia Masson (2002)
Adolphe, regia di Benoît Jacquot (2002)
Bon voyage (Bon voyage), regia di Jean-Paul Rappeneau (2003)
Monsieur Ibrahim e i fiori del Corano, regia di François Dupeyron (2003)
La journée de la jupe, regia di Jean-Paul Lilienfeld (2008)
Mammuth, regia di Benoît Delépine e Gustave de Kervern (2010)
De force, regia di Frank Henry (2011)
David et Madame Hansen, regia di Alexandre Astier (2012)
Ishkq in Paris, regia di Prem Soni (2012)
Sous les jupes des filles, regia di Audrey Dana (2014)

Nessun commento:

Posta un commento