20 dicembre 2014

21 dicembre 1937 - Nasce l'attrice americana Jane Fonda


























Jane Seymour Fonda (New York, 21 dicembre 1937) è un'attrice e produttrice cinematografica statunitense.

Nella sua lunga carriera ha vinto due Premi Oscar, sei Golden Globe e un Emmy Award.

Jane Fonda è nata il 21 dicembre 1937 a New York da Henry Fonda e Frances Seymour Brokaw. La madre, di origini irlandese e tedesca, fu la seconda delle cinque mogli del famoso attore e morì suicida nel 1950. In precedenza, era stata sposata con il miliardario George Tuttle Brokaw. Da ragazza, Jane non sembrava interessata a ripercorrere le orme del celebre genitore. Studiò al Vassar College, poi in Europa e infine di nuovo negli Stati Uniti con l'intenzione di lavorare come modella.

L'incontro con Lee Strasberg la convinse però a frequentarne le lezioni all'Actors Studio; il debutto cinematografico arrivò nel 1960 con In punta di piedi, accanto a Anthony Perkins. Durante gli anni sessanta, recitò in numerosi film di successo, tra cui i drammatici Anime sporche (1962) e La caccia (1966) di Arthur Penn, accanto a Marlon Brando e a Robert Redford. Ottenne lusinghieri consensi anche nelle commedie, recitando al fianco di Lee Marvin nel western Cat Ballou (1965) e nel romantico A piedi nudi nel parco, accanto a Robert Redford.

Nel 1964 il regista Roger Vadim la inserì nel cast di Il piacere e l'amore. Dopo il loro matrimonio, celebrato l'anno successivo, la diresse in alcuni film che contribuirono ad aumentarne la popolarità. Con Barbarella (1968), pellicola che mescolava fantascienza e sensualità e sfruttava al massimo la sua bellezza, Jane Fonda venne acclamata in tutto il mondo come sex symbol. Tuttavia, l'intelligente attrice si accorse ben presto che l'etichetta sexy guadagnata con Barbarella limitava le sue potenzialità; ribellandosi al cliché che si portava dietro, cominciò ad evadere da un'immagine che le stava stretta, anche in funzione del crescente attivismo politico che la vedeva sempre più coinvolta.

Le sue interpretazioni

In punta di piedi (Tall Story), regia di Joshua Logan (1960)
Anime sporche (Walk on the Wild Side), regia di Edward Dmytryk (1962)
Sessualità (The Chapman Report), regia di George Cukor (1962)
Rodaggio matrimoniale (Period of Adjustment), regia di George Roy Hill (1962)
Amori proibiti (In the Cool of the Day), regia di Robert Stevens (1963)
Una domenica a New York (Sunday in New York), regia di Peter Tewksbury (1963)
Crisantemi per un delitto (Les félins), regia di René Clément (1964)
Il piacere e l'amore (La ronde), regia di Roger Vadim (1964)
Cat Ballou, regia di Elliot Silverstein (1965)
La caccia (The Chase), regia di Arthur Penn (1966)
La calda preda (La curée), regia di Roger Vadim (1966)
Tutti i mercoledì (Any Wednesday), regia di Robert Ellis Miller (1966)
E venne la notte (Hurry Sundown), regia di Otto Preminger (1967)
A piedi nudi nel parco (Barefoot in the Park), regia di Gene Saks (1967)
Tre passi nel delirio, episodio "Metzengerstein", regia di Roger Vadim (1968)
Barbarella, regia di Roger Vadim (1968)
Non si uccidono così anche i cavalli? (They Shoot Horse, Don't They?), regia di Sydney Pollack (1969)
Una squillo per l'ispettore Klute (Klute), regia di Alan J. Pakula (1972)
Crepa padrone, tutto va bene (Tout va bien), regia di Jean-Luc Godard e Jean-Pierre Gorin (1972)
Una squillo per quattro svitati (Steelyard Blues), regia di Alan Myerson (1973)
Casa di bambola (A Doll's House), regia di Joseph Losey (1973)
Il giardino della felicità (The Blue Bird), regia di George Cukor (1976)
Non rubare... se non è strettamente necessario (Fun with Dick and Jane), regia di Ted Kotcheff (1977)
Giulia (Julia), regia di Fred Zinnemann (1977)
Tornando a casa (Coming Home), regia di Hal Ashby (1978)
Arriva un cavaliere libero e selvaggio (Comes a Horseman), regia di Alan J. Pakula (1978)
California Suite, regia di Herbert Ross (1978)
Sindrome cinese, regia di James Bridges (1979)
Il cavaliere elettrico (The Electric Horseman), regia di Sydney Pollack (1979)
Dalle 9 alle 5... orario continuato (Nine to Five), regia di Colin Higgins (1980)
Sul lago dorato (On Golden Pond), regia di Mark Rydell (1981)
Il volto dei potenti (Rollover), regia di Alan J. Pakula (1981)
Agnese di Dio (Agnes of God), regia di Norman Jewison (1985)
Il mattino dopo (The Morning After), regia di Sidney Lumet (1986)
Old gringo - Il vecchio gringo (Old Gringo), regia di Jesus Puenzo (1989)
Lettere d'amore (Stanley & Iris), regia di Martin Ritt (1990)
V-Day: Until the Violence Stops, regia di Abby Epstein (2003)
Quel mostro di suocera (Monster-in-Law), regia di Robert Luketic (2005)
Donne, regole... e tanti guai! (Georgia Rule), regia di Garry Marshall (2007)
Peace, Love, & Misunderstanding (Peace, Love, & Misunderstanding), regia di Bruce Beresford (2011)
E se vivessimo tutti insieme? (Et si on vivait tous ensemble?), regia di Stéphane Robelin (2011)
The Butler - Un maggiordomo alla Casa Bianca (The Butler), regia di Lee Daniels (2013)
La formula della felicità (Better Living Through Chemistry), regia di Geoff Moore e David Posamentier (2014)
This Is Where I Leave You, regia di Shawn Levy (2014)
Fathers and Daughters, regia di Gabriele Muccino (2015)

Nessun commento:

Posta un commento